MEDITERRANEO TRANQUILLO MENTRE IL TIFONE NEPARTAK COLPISCE TAIWAN

MEDITERRANEO TRANQUILLO MENTRE IL TIFONE NEPARTAK COLPISCE TAIWAN

Le previsioni Navimeteo indicano buone condizioni meteomarine nel weekend.

Non sembra voglia mollare la presa l’anticiclone delle Azzorre che sta portando parecchio caldo si, ma sopportabile, meno afoso di quello africano che l’estate passata infuocò la nostra Penisola per lunghi periodi.
Sabato e Domenica saranno due giornate simili, con tempo stabile e soleggiato su gran parte delle nostre coste. La situazione sarà ideale per godere il mare. Qualche occasionale temporale di calore potrebbe presentarsi sui litorali tirrenici Sabato, specie nelle ore pomeridiane, ma ciò è dovuto proprio alle condizioni di tempo non perturbato. Questi fenomeni sono tipici dell’estate.
Le temperature saranno elevate, con massime di 30-32°C, mitigate lungo le coste dall’alternanza delle brezze che durante il giorno soffiano da mare verso terra e viceversa la notte a causa del contrasto termico tra le due superfici.

Nelle zone interne e pianeggianti le temperature saranno anche più elevate.

In generale le condizioni meteomarine appaiono maneggevoli per tutto il fine settimana e i rinforzi da Est forza 5-6 sono previsti sul Canale di Sardegna e da NW forza 4 sul Canale d’Otranto. Il mare risulterà poco mosso, con circa mezzo metro d’altezza d’onda, tranne che a Sud della Sardegna dove il mare sarà da mosso a molto mosso.

Se il Mediterraneo ci appare docile, in una zona lontana, sul mar della Cina, gli abitanti dell’Isola di Taiwan stanno fronteggiando la forza straordinaria di Nepartak.

Il primo tifone stagionale si sta dirigendo verso Ovest e dopo aver attraversato l’Isola di Taiwan continuerà la sua corsa verso la Cina, perdendo di intensità al passaggio sulla terraferma. I venti associati al profondo vortice sono previsti molto violenti con raffiche a 150 nodi vale a dire circa 280 chilometri orari. Questa sera, secondo le previsioni del NOAA Americano, attraverso il JTWC (Joint Typhoon Warning Center), Nepartak lascerà l’isola di Taiwan dirigendosi a Ovest e perdendo progressivamente molta della sua energia. Il fenomeno è monitorato da giorni e va sottolineata la crescente affidabilità dei modelli meteorologici. I satelliti mostrano con chiarezza l’occhio del Tifone e il vortice nuvoloso che causa piogge torrenziali. Le onde generate in oceano da Nepartak possono raggiungere i 14/15 metri di altezza. Davvero un fenomeno estremo.

Federico Brescia – www.navimeteo.com

Share this post

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published. Required fields are marked *