NAVIMETEO ONBOARD WOW- SPIRITO DI STELLA ACROSS THE ATLANTIC

The Sailing Catamaran, after a long and sometimes difficult passage, has arrived in Horta Port in the Azores Islands.
Navimeteo has provided  Andrea Stella and his crew with the ship routing support in order to avoid heavy weather conditions and finding the most favorable and safe route.
The object of WoW – Wheels on Waves, is to promote the rights of disabled people in the world, by crossing the ocean on board of the catamaran “Lo Spirito di Stella” – the first in the world to be fully accessible to disabled people -, and taking the ONU Convention on the Rights of Persons with Disabilities from Miami to Rome, from the ONU General Secretary to Pope Francis.

Venti burrascosi e mari agitati nel week end Mediterraneo

E’ in arrivo un brusco peggioramento su tutta l’intera area del Mediterraneo.  Ci aspettano giornate ventose e mari agitati.

La giornata d’oggi sarà ancora soleggiata e mite, ma sarà l’ultima di tante.  Già da questa infatti, venti forti meridionali investiranno tutto il Mar Ligure, Mar Tirreno e Mar di Sardegna aumentando di conseguenza il moto ondoso rendendolo molto mosso, agitato a tratti.

Sabato venti burrascosi di Libeccio soffieranno su tutti i bacini e i mari saranno molto mosso – agitato quasi ovunque.  Situazione leggermente migliore sul Mar Ionio in peggioramento però dalla sera/notte.
A rendere questo sabato ancor più critico saranno i temporali, attesi forti su tutto il Nord Italia specie sulla Liguria e sul Friuli, dal pomeriggio coinvolgimento anche della regione Toscana, probabili episodi stazionari, massima attenzione.
Domenica le condizioni meteo marine rimarranno pressoché simili.  Maggior interessamento delle regioni Centro-meridionali e della Sardegna per quanto riguarda i temporali.
Il mare e i venti invece tenderanno a incrementare la loro forza. A risentire maggiormente di questo aumento sarà il Mar di Sardegna, il Canale di Sardegna e il Mar Ligure che a causa di una forte burrasca da SW porteranno il loro moto ondoso ad essere agitato o molto agitato.
Peggioramento dunque che pone fine ad un periodo di stabilità anticiclonica sul nostro Paese.
Il Mediterraneo seppur un mare piccolo rispetto ai grandi oceani, con condizioni così fortemente avverse è in grado di mettere in difficoltà qualsiasi tipo di imbarcazione, se affrontato senza la giusta informazione e senza rigore. E’ giusto quindi  invitare alla massima prudenza e a consultare le previsioni meteo prima di svolgere ogni tipo di programma.
Federico Brescia Velikopoljsky

www.navimeteo.com

Condizioni del mare favorevoli solo al nord. Capire il vento e il mare può diventare un mestiere

Le previsioni indicano un  fine settimana caratterizzato dal rinforzo dell’alta pressione sul Mediterraneo Occidentale. In realtà le condizioni meteo-marine non saranno però così maneggevoli ovunque come ci si potrebbe aspettare.

Sul Mar Tirreno meridionale, sull’ Adriatico meridionale e sul Mar Ionio i venti saranno burrascosi da NE e il mare si presenterà agitato o molto agitato. In quelle zone sono  possibili anche forti temporali con un graduale miglioramento nel corso della giornata di sabato.

Questa previsione si contrappone decisamente a quanto indicato per le prossime 48 ore sui mari settentrionali della nostra Penisola e sul Sud della Francia, in Provenza, dove predomineranno l condizioni di tempo soleggiato, le gradevoli brezze costiere e mare poco mosso. Qualche nube è prevista sulle coste Liguri domenica ma in una generale situazione di tempo buono.

Con il mese di Novembre riprende il programma dei corsi pratici di meteorologia marina organizzati a terra e a bordo nell’ambito del programma Navimeteo Academy. Si tratta di incontri sulla comprensione del tempo sul mare su diversi livelli, studiati per appassionati che desiderano conoscere i principi fondamentali di questa affascinante scienza, per i diportisti che intendono saperne di più in relazione alle scelte di rotta e all’utilizzo dei bollettini e modelli e per i professioni, al comando di navi o vascelli o dedicati all’operatività per del personale di porti, approdi e marina. Il monitoraggio costiero avviene anche grazie a tutta una serie di stazioni meteorologiche installate in luoghi dominanti e consultabili anche via internet. Imparare a leggere una carta meteo non è poi così difficile ma richiede metodo, pratica e una serie di nozioni utili. Con un po’ di esercizio di può arrivare, anche in solo giorno di corso, a determinare la direzione e intensità dei venti dominanti dedotti dalle isobare, a identificare il passaggio dei fronti caldi e freddi previsti, a individuare le linee di instabilità temporalesca.

Dalla ventilazione si può ricavare, considerando il fetch, ovvero il tratto di mare libero lungo il quale può viaggiare un’onda , quale sarà indicativamente lo stato del mare e se le onde saranno frangenti, corte o lunghe.  Quello della meteorologia applicata è un universo vasto e interessante… Uno scenario sempre nuovo, basato su solide regole ma altrettanto ricco di incognite. Un’ulteriore opportunità per i giovani ricercatori di costruire una solida, moderna professionalità.

 

Gianfranco Meggiorin

www.navimeteo.com

Marina di Loano – 4th Captain’s Day – Italian Yacht Masters event

October 20th 2016     Navimeteo team were happy to attend the 4th Captain’s Day, Italian Yacht Masters event. Professionals passionate about the sea joined the IYM Association to share their experience and knowledge and “to help each other to learn, train and progress”. Gianfranco Meggiorin, the Founder and President of Navimeteo weather centre was honoured to deliver his speech on importance of safety at sea. He highlighted the advantage of being able to count on the professional advice of experienced weather forecasters in critical situations. Mr Meggiorin, as many other guests, described Captain’s Day as a “serious and impeccably organised event”.

Captain Gino Battaglia, The President of Italian Yacht Masters Association, explained that Captain’s Day was established to celebrate Association’s annual anniversaries. He sees this meeting as an opportunity to gather marine professionals and to discuss with them the new route the Association needs to take in order to grow and support maritime market sector and to create new work opportunities for professionals and young candidates. Captain Battaglia adds that “calling on professionals’ ideas during Captain’s Day is like calling Navimeteo weather forecasters when you get into a storm during a transatlantic crossing- it’s quick and safe”.

In a short interview after an elegant lunch at “Zeffirino” restaurant Captain Battaglia remembers the first day when he was called captain. “It was many years ago in Sanremo”, he says, “and I didn’t even turn my head when the moorer called me because I wasn’t used to it, but I definitely remember how proud I was when I first heard my son being called Captain”. “But you know what”, he continues, “even if reaching such a status is one of those rare life satisfactions, it’s important not to spout off about being a captain because it’s a hard work and a very big responsibility”. Being a President today he feels also responsible for passing down his passion and dedication to this profession to young people. He says that Italian Yacht Masters are ready “to help those who are honest and hardworking”. Then Captain switches on to talking about the importance of family support in this type of career and exactly at that moment his wife silently joins us at the table. He says that understanding and wisdom are very important in captain’s family and recalls that his wife followed him to the Caribbean with a small child because she knew that it was useless to keep a captain away from the sea. She has made a lot of sacrifices but has never reproached me for any of them”, he concludes while his wife silently nods.

Manuel Battaglia, President’s son, is also present at Captain’s Day. It is known that it is difficult to be “dad’s son” in any profession: comparisons and back talking are inevitable. “I decided to become a captain”, he starts shyly, “ because I grew up in that maritime atmosphere. I remember the first time when I was called Captain, that wasn’t long ago, I felt myself an… important person”, he smiles modestly. “Dad taught me some technical elements of this job, but when the weather is stormy and you are all alone on the bridge, no dad can help, right? It’s a very difficult job and there are so many responsibilities in it”, he echoes his father without knowing it. “I miss my family when I’m not at home but I miss the sea when I’m at home, it’s complicated”, he continues. Manuel is in his late twenties, speaks three languages and is eager to learn the forth one. He is well-educated and extremely open. “I have no fear – and I know this is my flaw”, he says. To my question about his motto, he echoes his father again “Honesty is the most important thing” funny enough he didn’t even hear me interviewing his dad.

Ksenia Lebedeva

 

 

 

Un Mediterraneo dall’umore variabile e un mare di opportunità professionali.

Le condizioni meteo-marine evolvono rapidamente nei prossimi giorni, il Maestrale soffia oggi dal Leone alla Corsica, il fronte freddo temporalesco attraversa intanto i nostri mari meridionali. Sabato c’è un intervallo, dominano quasi ovunque le schiarite e Domenica una nuova depressione si affaccia sul Mediterraneo Occidentale sospingendo nuove nubi stratificate e un moderato flusso di venti sciroccali. Questo è il Mediterraneo, così come lo conoscono tutti i navigatori e la gente di mare che ha imparato ad osservarlo incantata ma anche prudente.

Questa è la caratteristica affascinante e complessa del Mediterraneo, ciò che lo rende interessante e talvolta difficile da capire. I meteorologi italiani e stranieri confrontano costantemente le varie fonti meteorologiche, i bollettini, i modelli, le immagini satellitari, le osservazioni costiere e le preziosissime osservazioni di bordo dei Comandanti e delle navi.

Nel Mediterraneo le incognite meteorologiche non sono rare, anzi, sono frequenti e significative. Ecco, l’abilità di un navigante sta proprio nel riuscire a cogliere quei segnali che il cielo, il mare, il vento o il barometro di bordo sanno indicare. Internet ha reso accessibile l’informazione meteo marina  a chiunque ma nulla può sostituire la capacità di riconoscere i segni di un cambiamento attraverso la sensibilità che solo sulla costa, a bordo o con tante miglia di navigazione si può acquisire.

Se si osservasse il mare dall’alto si potrebbe vedere quanta vita e movimento c’è sui nostri mari. Imbarcazioni, navi da crociera, rimorchiatori, pescherecci, mercantili, portacontainers,  traghetti, velieri, bettoline, vedette, natanti, chiatte, boe, piattaforme e molto, molto altro ancora. Migliaia, centinaia di migliaia di persone si confrontano costantemente con i cambiamenti di umore del Mar Mediterraneo. La stagione del diporto è entrata nella sua fase tranquilla e quasi stazionaria, solo i velisti incalliti prendono il largo mentre per i professionisti del mare non c’è una stagionalità, il mare va affrontato in ogni periodo dell’anno e sempre con grande attenzione.

Il mare è anche un’opportunità professionale. I comandanti e ufficiali italiani sono a bordo delle navi da crociera più importanti del mondo, così come i macchinisti, elettricisti o chef di bordo. Ci sono giovani che scelgono gli istituti nautici presenti in tutte le regioni costiere e che perfezionano il loro percorso formativo nelle accademie. Per loro ci sono ottime opportunità di impiego lavorativo ma anche la scelta di vita che spesso, in un mondo sempre più globale e internazionale, li porterà a seguire rotte lontane sull’Atlantico, in Pacifico, nell’Indiano o, ancora una volta nel nostro  Mediterraneo. Altri potranno invece trovare uno sbocco professionale in uno dei tanti ambiti tecnologici o di servizio che sono direttamente collegati al mondo dello shipping e dello yachting.

www.navimeteo.com

Gianfranco Meggiorin

Una debole depressione sul Med, sugli oceani la furia di tifoni e uragani

Nel corso del fine settimana le previsioni indicano condizioni meteo marine in peggioramento per una depressione di 1013 hPa localizzata sul Mar Ligure che si sposterà domenica verso SE approfondendosi fino a 1010 hPa.

Sono previste piogge sabato specie sul versante Adriatico mentre le precipitazioni sul versante occidentale della Penisola lasceranno spazio a schiarite sempre più ampie tra domani e dopo.
Proprio lo spostamento del sistema di bassa pressione fa sì che i venti siano soggetti a frequenti variazioni di direzione e forza. Oggi le zone più ventose sono l’Adriatico Centro Meridionale e il Basso Tirreno con forti flussi di vento da  NNW, domani i venti risulteranno temporaneamente più moderati in attesa del Maestrale che irromperà domenica pomeriggio sera sul Golfo del Leone.

Fotografare dettagliatamente lo scenario meteo marino sui diversi mari italiani risulta difficoltoso quando il tempo è in evoluzione poiché i flussi dominanti del vento diventano irregolari e turbolenti nelle varie aree marittime dove gli effetti costieri ed orografici giocano un ruolo decisivo.

Le situazioni meteo sono talvolta complesse,vanno seguite di giorno in giorno, di ora in ora, in ogni ambito e soprattutto quando oltre ad essere i sistemi del tempo a spostarsi lo sono anche i mezzi su cui viaggiamo come l’auto, l’aereo o un’imbarcazione o nave.

In questi giorni i meteorologi dei centri internazionali hanno seguito passo passo l’evolversi di fenomeni tropicali violentissimi. Il tifone Chaba per esempio dopo aver solcato il Mar della Cina ha  colpito l’Isola di Jeju ha investito il Sud della Corea sfiorando le coste settentrionali del Giappone, causando vittime, inondazioni e danni lungo le coste e nei porti. In questi stessi giorni l’uragano Matthew, dopo il passaggio sulle Isole Bahamas ha investito la Florida ed è previsto quindi in spostamento di nuovo sull’oceano tra domani e dopo.

Il tracking degli uragani viene costantemente monitorato dai grandi Centri quali il NOAA attraverso l’NHC (National Hurricane Center) o attraverso i servizi del JTWC (Joint Typhoon Warning Center) e alcuni altri centri operativi. Queste fonti sono di fondamentale importanza per poter adottare in ogni ambito, le necessarie decisioni e misure per la sicurezza delle persone e delle loro attività. Tutte le informazioni e aggiornamenti sono consultabili e rappresentati in chiara forma grafica e intuitiva sui siti internet dei rispettivi servizi. Per chi desidera approfondire questi temi Navimeteo organizza specifici corsi full immersion di un giorno per diportisti, professionisti o semplici appassionati.

www.navimeteo.com

Articolo La Stampa 7 ottobre 2016

Weekend all’insegna di piogge e temporali

Una perturbazione di origine atlantica interesserà la nostra penisola nel corso del weekend.

La giornata di oggi vedrà un aumento della nuvolosità sulle regioni tirreniche con la possibile formazione di alcuni nuclei pre frontali.  I venti saranno in rinforzo prevalentemente dai quadranti meridionali su tutti i bacini con seguente aumento anche del moto ondoso.
La giornata di sabato sarà la più perturbata con temporali sparsi un po’ ovunque, soprattutto su Liguria di levante, Toscana e Lazio.

Questi potranno essere localizzati e spesso stazionari e potrebbero determinare delle criticità sui terreni franosi o dissestati.

Il vento da SE rinforzerà lungo le coste tirreniche centrali e della Sicilia e il mare sarà molto mosso. La previsioni Navimeteo indicano venti tesi di Scirocco e mare mosso anche sul versante Adriatico.
Domenica avremo ancora condizioni instabili con possibili rovesci temporaleschi sulla Liguria, sulle regioni adriatiche e sull’Italia meridionale, in particolare sulla Campania.
Le condizioni meteo marine saranno invece piuttosto maneggevoli con venti deboli o moderati e il mare poco mosso-mosso quasi ovunque. La sola zona con onda formata sarà il Mar Ligure dove il Libeccio dominerà con 25 nodi di intensità.

In questi giorni nel Principato di Monaco si sta svolgendo il Monaco Yacht Show. Si tratta di una delle vetrine più importanti dello yachting internazionale riservata prevalentemente ai professionisti del settore. Questi sono i cantieri produttori di questi gioielli del mare, qui gli italiani hanno un ruolo importante, le agenzie di charter e di yacht management che gestiscono per conto degli armatori le attività di questi lussuose unità, i comandanti, gli ufficiali, i macchinisti e i deck hands che lavorano in coperta alle manovre, le stewardess che si occupano delle mansioni di bordo, i cuochi. A fianco degli equipaggi di bordo vi sono poi dei team tecnici specializzati , elettricisti, motoristi, elettronici e tante altre competenze che cooperano affinché queste unità navali siano efficienti, sicure e confortevoli oltre che pronte a fronteggiare eventuali condizioni meteo marine più impegnative.

L’attenzione di oggi è rivolta anche all’ottimizzazione dei consumi dell’energia di bordo, sia quella destinata alla propulsione che quella destinata ai servizi e naturalmente nel rispetto dell’ambiente marino..

Federico Brescia

www.navimeteo.com

Award on Weather Observations on Board “Signora del Vento” Sailing Ship

September 24th, 2016 :  on board the prestigious sailing ship “La Signora del Vento”, moored at quay Y of the Genova marina, the first Navimeteo Marine Observer Award was assigned.

Navimeteo is the provider of ship routing services 24/7 worldwide to about 500 vessels, comprising superyachts, cruise ships and offshore boats. During this important event, a recognition was conferred to the Italian Yacht Masters Association for their careful way in communicating their aboard weather observations to the Navimeteo forecasters.

This association chaired by Captain Gino Battaglia gathers about 60 captains in charge of the most prestigious yachts in the world. On behalf of Captain Biagio Battaglia, the IYM President and Captain, the prize was collected by Captain Manuel Battaglia and Captain Luca Triggiani, the Training Manager of the association.

Emanuele Santi, the Captain of “Signora del Vento” welcomed all the participants and told the story of the sailing ship.

Gianfranco Meggiorin, President and Founder of Navimeteo together with his team described various topics of ship routing and routing optimisation with safety considered as the main aspect for sailing.

The mentioned “Signora del Vento”, launched in 1962, is a 3-mast sailing ship that has been used for training since the early ’90s.